Stefano Mainardi CEO SparkFabrik

Il popolo del menopeggio

Noi non siamo lo stato delle banane, e neanche dei disillusi, ma** siamo quelli del Meno peggio**.

Quando ad un tavolo il giorno prima delle elezioni ascolti discorsi sconnessi, di chi si dichiara anti comunista, però vuole votare una delle tante sinistre perchè vede in loro una rivoluzione (?) , e tutti si stupiscono se tu dichiari di voler annullare le tue scheda perchè non ti senti rappresentato, o semplicemente perchè ti sei rotto il cazzo. In un istante tutti si trasformano in custodi templari della costituzione e ti tirano la solfa dell’importanza del voto, del dovere civico e blablabla..però la maggior parte di loro cinque minuti prima del voto si sono chiesti che erano tutti quei pallini pieni di simboli, e quale forma geometrica dovevano disegnare per espletare la loro importantissima preferenza.

Ma la cosa che mi ha fatto sorridere di più, è stata sempre la frase “Io voto per X, perchè “blablabla“, alla fine è il menopeggio”.

Ti accorgi allora, con sommo dispiacere, di non appartenere al circolo degli illuminati del menopeggio. E a quel tavolo rimani in religioso silenzio.

Io il mio dovere l’ho fatto, il menopeggio lo configuro come la scelta ragionata di non regalare niente a nessuno. Ci si rivede al prossimo giro, e buon menopeggio a tutti.

comments powered by Disqus