Stefano Mainardi CEO SparkFabrik

Controlla il tuo mac da remoto con iPhone

Ed eccoci ad un altro appuntamento con la rubrica iPhone/iTouch, questa volta parleremo dei software in grado di rendere i nostri gioiellini dell’estensioni remote del nostro Mac, grazie alle quali potremmo controllare moltissime delle funzioni del sistema operativo e delle più comuni applicazioni del mondo Apple, come fosse un vero e proprio telecomando.

Una delle applicazioni che vi andrò a presentare in realtà funziona anche su altre piattaforme, ad esempio *Windows o Linux *o tutti i sistemi che hanno la possibilità di avere un server VNC in ascolto, *di cui pochi sanno che il brevetto fino all’acquisto di AT&T era dell’italianissima Olivetti. *Altri tempi per l’IT italico.

Ormai manca pochissimo al rilascio delle SDK e quindi applicazioni “ufficiali” e certificate per questi dispositivi, il che significa che a breve avremo una serie di applicazioni installabili via Itunes senza dover fare il Jailbreak del nostro dispositivo. Io attualmente sono rimasto al firmware 1.1.1 visto e considerato che con la politica di chiusura estrema di Apple facendo un aggiornamento firmware mi troverei tra le mani un dispositivo mozzato delle sue potenzialità.

Vnsea

Vnsea è un port per iPhone del famoso “Chicken of the VNC” per MacOSX, non è altro che un client grafico per connettersi ad un qualsiasi server VNC, come dicevo nella premessa del post. La peculiarità di VNC è quella di poter collegarci al nostro pc ed usare il nostro desktop graficamente come se ci trovassimo di fronte ad esso, questo detto in parole poverissime.

Le funzionalità sono ottime, ed è stato sfruttato ottimamente il multitouch facendo uso di *gestures *oltre al classico “tap” che emula un click, ed il “pinch” per zoomare lo schermo, possiamo scorrere il nostro desktop usando le due dita, ed il tutto è spiegato in un menù contestuale all’interno dell’applicazione.

(1. Configurazione dell’applicazione / 2. Zommatta del desktop / 3. Vista generale dell’applicazione)

In realtà il suo utilizzo, è poco più di un giochino non credo che in ambiti produttivi si abbia bisogno di un applicazione del genere viste le ridotte dimensioni dello schermo, auspico di più ad applicazioni web **residenti sulle nostre macchine ed accessibili da **interfacce studiate appositamente per questi dispositivi. Ma è comunque gratificante dal punto di vista “geek” usare il proprio MAC dal palmo della mano.

L’applicazione come sempre è disponibile in Installer.app, aggiungendo i Community Sources ai vostri repository, ovviamente questo richiede che il vostro Ipod sia gia Jailbreaked.

L’Homepage da dove seguirne gli sviluppi è su Google Code.

Telekinesis

Il progetto è molto interessante, ed Opensource, trattasi di una serie di Webapp che andranno a controllare e gestire svariati aspetti e software di sistema. Il funzionamento è tanto semplice quanto banale, basterà installare un piccolo server sul vostro mac, scaricandolo dal sito ufficiale e mandarlo in start, aprire Safari sul vostro iPhone/iTouch e digitare l’indirizzo IP della vostra macchina seguito dalla porta :5010 , in questo modo :

https://<INDIRIZZO_IP_DEL_TUO_MAC>:5010

Il software in questione è ancora in fase sperimentale ma perfettamente funzionante e con un interfaccia scarna ma davvero intuitiva e semplice da usare. Le possibilità di controllo sono molteplici, ad esempio gestire Itunes (play, stop, volume), fare ricerche con Spotlight, fare stream di musica e video e molto altro.

(Interfaccia di Telekinesis dal browser di iPhone/iTouch)

L’idea è molto interessante e non c’è bisogno di installare nessun software all’interno dell’iPod, il framework di sviluppo è ben fatto e creare nuove applicazioni da innestare è semplicissimo date un occhiata al codice. Potrebbe essere utile un’applicazione del genere per tenere sotto controllo un server remoto, o per far partire all’occorrenza uno script di recupero o cose del genere.

Remotebuddy

Remotebuddy, è il software definitivo per controllare il vostro mac da remoto, è un software commerciale ad un prezzo più che ragionevole, ma viene offerto in trial per periodo di 30 giorni.

(1. Schermata iniziale / 2. Ricerca simile a Spotlight / 3. Una presentazione)

Può gestire praticamente tutto del vostro mac, con un webserver costruito ad-hoc e devo dire che la velocità di risposta è davvero ottima. L’interfaccia non ha nulla da invidiare ad un applicazione stand-alone, è l’usabilità complessiva è ottima.

La funzione che mi sembra più interessante è quella di poter essere un telecomando per le presentazioni usando Keynote, oltre a scorrere le slides abbiamo anche il puntatore a schermo, stupefacente! O anche l’integrazione con EyeTV per programmare le registrazioni dei nostri programmi preferiti da remoto.

Per tutte le altre features e possibilità vi invito caldamente a provarlo, e magari farvi un giro nel sito ufficiale per capirne effettivamente le potenzialità.

Conclusioni

Come sempre sono molto soddisfatto delle applicazioni che stanno nascendo attorno a questo dispositivo, e vedo che l’attenzione si sta spostando anche in ambito business vedi l’ultima mossa di IBM di offrire Lotus ottimizzato proprio per iPhone e iPod Touch.

Le famose SDK stanno arrivando, e con il nuovo firmware 1.1.3 abbiamo avuto un assaggio, assai costoso e indigesto, di come verranno acquistate le applicazioni prossime, e certificate da Apple, con Itunes. Spero che Apple lasci più spazio in futuro alle comunità di sviluppatori, i quali hanno creato dei Software in alcuni casi davvero al di sopra delle aspettative favorendone di conseguenza le vendite.

ps: Facciamo una colletta per il povero Gioxx? :-)

comments powered by Disqus