Stefano Mainardi CEO SparkFabrik

Usare Gmail con efficacia/2

E’ appena stata introdotta una feature molto interessante all’interno di Gmail/Gtalk, un servizo di traduzione istantanea attraverso l’uso di Bot automatici inseribili come contatti all’interno della nostra lista di amici. Ovviamente il servizio si appoggia a Google Translate, che seppure con le sue ovvie pecche tipiche dei servizi automatici di traduzione, è quello che più di una volta mi è tornato utile per scrivere mail in inglese.

Poter avere contatti come servizi **è utile anche in mobilità, potremmo sfruttare via web e senza software di terza parti **servizi dedicati, in questo caso si parla di traduzioni, ma potrebbe benissimo essere usato in moltissimi ambiti dalle ricerche classiche in rete, al meteo, all’andamento delle azioni finanziarie. Come viene consigliato nel blog ufficiale di Gtalk, trattandosi di una piattaforma open-source, nello specifico XMPP, si puo trovare moltissimo materiale in rete per creare servizi di questo tipo. Se sei uno sviluppatore potresti farci un pensierino.

Come utlizzare questo servizio?

I contatti che possono essere inseriti sono 29, ed utilizzano questa forma :

[lingua originale]2[lingua da tradurre]@bot.talk.google.com

L’inserimento è facilissimo, nel mio caso ho fatto un test con it2en@bot.talk.google.com, **che sarebbe poi quello di traduzione classico **dall’italiano all’inglese. All’interno di gmail basta andare nel box chat della sidebar ed inserire il contatto scelto e invitarlo, istantaneamente verrà visualizzato all’interno della nostra lista contatti

Il contatto già presente nella nostra lista

Il funzionamento è tanto semplice quanto banale, basterà scrivere la nostra frase ed avremo in risposta dal bot la traduzione, i tempi di risposta sono quasi istantanei.

Il bot in funzione

La lista completa degli account che possiamo aggiungere è la seguente:

ar2en, bg2en, de2en, de2fr, el2en, en2ar, en2de, en2el, en2es, en2fr, en2it, en2ja, en2ko, en2nl, en2ru, en2zh, es2en, fi2en, fr2de, fr2en, hi2en, hr2en, it2en, ja2en, ko2en, nl2en, ru2en, uk2en, ur2en, zh2en.

Va ovviamente utilizzata la forma di inserimento di cui abbiamo parlato prima.

Conclusioni

Come vedete Google è una continua valanga di nuove features, quasi impossibile stargli dietro, che rendono sempre più produttiva la nostra vita sul web. Se non lo seguite, vi consiglio di aggiungere al vostro feed reader Blogoscoped sempre aggiornatissimo sulle novità di Google, ovviamente per l’italia ci sono loro che lo dico a fare :-)

Domandina: Dite che sarebbe interessante fare una rubrica settimanale “Usare Gmail con efficacia” ?

comments powered by Disqus